Il Belgio che voglio ricordare.

Sono rientrata da tre settimane dal Belgio e i fatti avvenuti in questi giorni mi hanno profondamente turbata. Ho aspettato nello stesso aeroporto  e preso la stessa stazione della metropolitana. Tuttavia non accetto che il ricordo di quel viaggio venga intaccato, preferendo pensare al Belgio come un paese che ha tanto da offrire e che mi ha permesso di trascorrere giornate bellissime e scoprire zone che non conoscevo. Da un viaggio in treno nelle remote Ardenne, ai canali romantici di Bruges, al centro più commerciale di Anversa, al culto del cioccolato a Bruxelles fino ad arrivare a Gent, più animata e non meno bella.

Uno scatto per ogni città.

Bruges.

La città è un buco, ma è bellissima. E’ l’atmosfera perfetta per uno di quei fotografi di matrimoni: i canali, i cigni, gli stretti vicoli. Bruges ha il potere di fare rallentare e meravigliarsi per ogni cosa. Da una bicicletta posata ad arte sulle mattonelle rosse di una casa, a scorci magnifici appena svoltato l’angolo. Sta a voi scegliere quanto tempo dedicarle, ma una cosa è certa, resterà nella vostra memoria.

IMG_7648

Gent (Gand).

Non solo Bruges è fatta di canali, Gent ne ha di bellissimi e il suo centro è vivace e colorato. Il centro era gremito di gruppi di scout e bambini che giocavano beatamente all’aria aperta! Lo sapevate che c’è anche una via (la Werregaren straat) totalmente dedicata ai graffiti e alla street-art ? Purtroppo è anche molto trafficata e se vorrete fotografarla dovrete pazientare un po’ o mettervi in fila!

IMG_7753

Anversa.

Dopo giorni di sole, ecco che ad Anversa abbiamo trovato ad accoglierci una pioggerella sottile, ma battente. Questo non ci ha comunque impedito di esplorare in lungo e in largo questa bellissima città e rientrare completamente zuppe al nostro alloggio a Bruxelles.

IMG_7905

Bruxelles.

Bruxelles è una città un po’ strana. Non sembra quasi una capitale europea, invece ne è il fulcro. Non ha il fascino di Bruges, i colori di Gent o il ritmo di Anversa, a volte potrebbe sembrare un po’ spenta e malinconica, ma poi ecco spuntare un fumetto, dipinto sulla parete di un palazzo. A Bruxelles ci siamo sedute per terra, mangiando un sandwich, prendendo il sole, testimoni del ritmo della Grand Place. Lì ci siamo fatte accogliere e corteggiare (e “derubare”) in una delle più antiche cioccolaterie del Belgio. Bruxelles è strana, non ha la storia di Roma, la bellezza di Parigi o la solennità di Berlino, ma è una città dove vi sentirete un po’ come a casa e vi piacerà.

IMG_7846