By

Rio 2016: una città adatta alle famiglie.

mirante-do-pasmado

vista dal Mirante do Pasmado.

Una città che ha tra le sue principali attrazioni il Pan di Zucchero è per forza di cose una città adatta a bambini, adolescenti e ai più anziani. Con i suoi 90 km di spiagge, i suoi parchi, Lagoa e la Foresta da Tijuca, il suo calçadão, i suoi simpatici butecos, i venditori ambulanti e lo stile di vita esuberante … Rio de Janeiro è un luogo ideale per le famiglie. Vi segnalo alcune cose da fare durante un soggiorno nella città carioca – e qualche consiglio pratico.

  1. Se arrivate in aereo, al Santos Dumont, e vi trovare sul lato sinistro dell’aereo, cercate di sporgervi sull’altro lato per godere del magnifico panorama della città dall’alto. Vi verranno i brividi.
  2. Se soggiornate nella zona Sud e viaggiate con bambini o preferite sentirvi più sicuri, optate per Ipanema (più sicura di Copacabana la sera) e Leblon. Potete trovare tantissimi hotel con vista sul mare. Una buona alternativa ragionevole a Leblon è il Marina Palace.
  3. Fate colazione a Colombo nel Forte di Copacabana (ops! e visitate il Forte, certo!) e fate dell’ottima ginnastica sul Posto 6, osservando  i ragazzi del Soul Rio Surf, molto simpatici e disponibili a darvi informazioni sulla città.
  4. Noleggiate una bicicletta a fate il giro di Lagoa Rodrigo de Freitas oppure affittate un pedalò a forma di cigno.
  5. Fate un picnic nel Parque Lage, ai piedi del Corcovado, nel quartiere del Jardim Botânico.
  6. Salite sul Pan di Zucchero e rendetevi conto del perché la città viene chiamata “Città Meravigliosa”.
  7. 7. Esplorate e riscoprite la storia di Rio: Praça XV de Novembro, il Palazzo Imperiale, il Palazzo Tiradentes … un viaggio nel passato!Cenate a Santa Teresa, senza fretta, godendo dell’ottima vista del Ristorante Aprazível e godetevi la notte carioca. I migliori locali se volete un po’ di divertimento sono qui, a Santa Teresa e a Lapa.
  8. Salite sul Cristo Redentore con le braccia aperte sopra Guanabara, intonando una musica di Tom Jobim: ” Este samba é só por que Rio, eu gotto de você”.
  9. Comprate un unico ticket per il nuovo Museu do Amanhã (progettato dall’architetto Calatrava) e il MAR.
  10. Ammirare il cielo al Planetario da Gávea (controllando la programmazione prima di andare).
  11. Raggiungere Niterói per vedere il Museo di Arte Contemporanea (MAC) – quel disco volante disegnato da Oscar Niemeyer.
  12. Fare una nuotata a Barra da Tijuca, verso Praia do Pepe, dove il movimento è più tranquillo rispetto Ipanema/Leblon. Se volete soggiornare nei dintorni, di fronte al mare, ci sono degli ottimi hotel come il Brisa Barra Hotel e il Novotel Barra da Tijuca.
  13. Se state cercando delle onde alte e una spiaggia diversa, provate Joatinga (tra São Conrado e Barra).
  14. Terminate il viaggio al Porcão Rio’s, all’Aterro do Flamengo: ottima carne, il posto ideale per rilassarsi e una vista incredibile sulla baia di Guanabara.

Playlist per un viaggio a Rio de Janeiro. 

ascolta su Spotify.

By

4 divertenti escursioni da fare a Foz do Iguaçu.

Foz do Iguaçu è una meta sempre più pronta a ricevere le famiglie. La città del Paranà, ha ottimi hotel, un’ampia scelta di ristoranti – alcuni ospitano anche degli shows – e innumerevoli attrazioni per gli amanti della natura. La città è posta sulla frontiera, al confine con altre due – Puerto Iguazu, in Argentina, e Ciudaded del Este, in Paraguay -, potrete così dire di essere stati in ben tre stati diversi, godendo di nuovi timbri sul vostro passaporto.

Tourists at Iguazu Falls, Foz do Iguacu, Brazil


Dove è meglio soggiornare ?

Se avete fatto un lungo viaggio per arrivare fin qui o se viaggiate con i bambini, l’idea di soggiornare in un resort con piscina è forse la migliore. Ce ne sono di ottimi: il Mabu Thermas & Resorts, il Bourbon Cataratas Convention Spa o il Golden Park Internacional Foz do Iguaçu, con offerte sempre molto vantaggiose.


Come impiegare il vostro tempo a Foz do Iguaçu:

Vedere le cascate.

Iguaçu significa “grande acqua” in tupi. Il nome non potrebbe essere più adatto! Le cascate riuniscono il più grande accumulo d’acqua del pianeta a livelli di volume. Sono alte 60 metri e si estendono per 2,7 km lungo la frontiera tra il Brasile e l’Argentina. La parte più spettacolare del percorso è senza dubbio camminare lungo le passerelle, ammirando la potenza dell’acqua. Non è una cattiva idea portare un bagaglio con un cambio abito e una mantellina per la pioggia. Per un’esperienza completa vale la pena vedere le cascate sia dal lato brasiliano che quello argentino. Nel lato argentino è possibile percorrere un tratto in un simpatico trenino e vedere la Garganta del Diablo, tratto assolutamente imprendibile – e il mio preferito.

Passeggiare per il Parco Nazionale di Iguaçu. 

Piante antichissime che danno vita a una foresta d’ombra e freschezza. Se avrete fortuna potrete vedere alcuni animali come i tucani, quatis, coccodrilli, varie specie di farfalle … Ma è bene sapere che il parco vanta più di 40 tipi di mammiferi, 60 specie di rettili, 12 di anfibi: ovvero, evitate di allontanarvi dal percorso segnalato per il vostro bene. Entrambi i lati (argentino e brasiliano) hanno più di 600 mila ettari di aree protette e sono Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Brazil

( Io mi sono completamente innamorata dei quatis! Qui immortalati in posa). 

Divertirsi con il birdwatching al Parco degli Uccelli.

Questo è uno dei più grandi santuari del Sud America. Gli animali sono liberi e possono essere ammirati nel loro habitat naturale. E’ possibile avvistare tucani, pavoni, rari pappagalli e uccelli da diverse regioni del mondo. La politica è quella di proteggere le specie in estinzione, ed è una buona opportunità per far conoscere ai più piccoli come preservare la natura.

toucan

Imbarcarsi in un vero e proprio Safari in barca.

Una cosa che purtroppo non ho fatto a Foz do Iguaçu è stata l’esperienza diretta con l’acqua per mezzo di battello o kayak. Stupidamente non ho portato un cambio e temevo per la salvaguardia della mia macchina fotografica, ma indubbiamente sarebbe stata un’esperienza da fare!

By

Lagoa come oasi di quiete.

Ogni città che si rispetti ha una sorta di polmone verde , un rifugio dal traffico impazzito e un parco dove respirare un po’ d’aria fresca. Rio de Janeiro non è da meno.

I carioca sono noti un po’ in tutto il mondo ( e in tutto il Brasile ) per il prendere la vita con calma e leggerezza. Sarà ? Quello sugli abitanti di Rio mi sembra uno stereotipo bello e buono. Le vie di Centro  pullulano di agenti immobiliari e impiegati stressati, il traffico di Leblon non lo augurerei nemmeno al mio peggior nemico! La gente corre a più non posso e con qualsiasi mezzo sulle spiagge di Copacabana e Ipanema. Lo sport per forza, sempre, a ritmi frenetici. Sfreggiano anche i taxi abusivi sull’Avenida Brasil.

O tempo não para – Il tempo non si ferma

cantava Cazuza. Rio sta forse diventando una città che non dorme mai ?  Lapa ne è forse una prova vivente. Si balla dalle prime ore della sera a mattina. I butecos sono sempre pieni.

Vista dall’alto di Lagoa. Foto scattata sul Corcovado.

Lagoa Rodrigo de Freitas (Lagoa per i carioca) è l’eccezione. La magnifica eccezione. Lago situato nei pressi del Jardim Botanico è un ottimo luogo per chi vuole davvero rilassarsi e di fare una semplice passeggiata all’aria aperta, senza rischiare d’essere investito. Lungo il perimetro troverete noleggi di biciclette, circoli nautici, dei simpatici pedalò a forma di cigno e delle aree riservate ai cani. Consiglio di fermarsi in uno dei bar lungo il percorso e di ammirare in tutta pace la vista sul Pan di Zucchero sorseggiando un agua de coco.

Alla fine di un viaggio

Blog di ricordi fuori porta

Life at first sight

"Non si può apprendere molto e sentirsi anche a proprio agio. Non si può apprendere molto e permettere a chiunque altro di sentirsi a proprio agio."

Blog di Viaggi

Diari di viaggio, foto e video dal mondo, idee di viaggio, news e consigli pratici per il viaggiatore indipendente

La Ginamondo

Travel Blog

Noi Spiriti Liberi

"Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato"

il blog di Carlo

tracce di me

Chiara Scattina

Osa cambiare, cerca nuove strade

Il blog di Laura

Consigli su cibo, fitness, viaggi e tanto altro

Giovanna's travels

Avventure di una viaggiatrice compulsiva

Nero di Seppia

Ricette di sapori indelebili.

Viaggi di Pi

Sempre in cerca di nuove avventure

Diecimila Miglia

Viaggiare, leggere e sognare

Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: