By

Andare in Iran ?

Vivo ripetendo che l’Iran è un paese meraviglioso per il turismo, specie dai commenti entusiasti che mi sono giunti da  conoscenti che hanno già visitato il paese. Io, per esempio, muoio dalla voglia di andarci – anche se mi rendo conto che non si tratta di una meta di viaggio facile per tutti.

Mesquita Sheikh Lotfollah, a Esfahan

Sheikh Lotfollah, a Esfahan

Dal punto di vista della pianificazione del viaggio, per esempio, l’Iran può essere ben burocratico e complicato, specilamente nel momento in cui si cercano particolari informazioni online.

Dal punto di vista psicologico, non è nemmeno facile dimenticare 35 anni di cattive notizie sui giornali, nonostante i giudizi positivi di chi c’è stato e se n’è innamorato.

Un’altra cosa che ho constatato è che in molti hanno rinunciato di conoscere con i loro occhi l’Iran a causa di questi inconvenienti. Dunque andiamo a conoscere e a scoprire un pò insieme le città iraniane. E a ricrederci.

Tabriz

Secondo Lonely Planet è una sorprendente introduzione positiva al paese. Tabriz è la terra di quello che viene considerato il più grande bazar coperto del mondo – che é Patrimonio dell’Unesco – e la città dove il busto di Howard Baskerville, l’americano che è considerato un eroe dagli iraniani.

qiv-CC-BY-SA-2.0

Screen-shot-2014-12-14-at-9.44.53-AM

Yazd

E’ la capitale dello zoroastrismo nel mondo, gode di fantastici quartieri ed è situata nel bel mezzo di due deserti. Vanta una delle più incredibili celebrazioni di Ashura – la cerimonia religiosa più carismatica degli sciti.

7-Yazd-3

8-Yazd-Badgirs

13-Yazd

Persepolis e Pasargada

Ciro, Dario e Serse hanno camminato su queste terre. Questo dovrebbe bastare, no ?

22-Pasargada-Tumba-Ciro

Pasargada, tomba di Ciro

Persepolis

Persepolis

Shiraz

E’ una piccola città e non ha molte attrazioni, ma quelle che ci sono valgono molto, prima fra tutte la moschea di Nasir a-Mulk (quella famosa, con le vetrate colorate) e i mausolei di Hafez e Dadi, due bellissimi parchi che mostrano la sensibilità iraniana e la loro passione per la poesia.

la devozione degli iraniani per i loro poeti

la devozione degli iraniani per i loro poeti

15-Shiraz-Mesquita-2

Esfahan

La più grande meraviglia dell’Iran. Pare che nessuna città o paese dell’Iran possa essere comparato a lei. Esfahan è il centro del mondo, come gli iraniani dicono.

Teto-8

35-Esfahan-Palacio-2

38-Esfahan-Praca

Teheran

Capitale dell’Iran, nonché la metropoli più caotica e vivace.

79-Teerã-Azadi

Torre Azadi

81-Teerã-Banda

Arrivata a questo punto sento il dovere di doverlo dire a qualcuno: ho ricevuto un invito per l’Iran a Gennaio 2016. 9 giorni a bordo di un pulmino con persone cariche del mio stesso entusiasmo! Manca ancora un’infinità di tempo e non so ancora cosa accadrà fino ad allora, ma ammetto di essere super interessata e emozionata dall’idea. Che dite ? Andiamo in Iran ?

By

Se pensi che gli iraniani siano arabi.

Oggi ho sorpreso una persona dicendole che gli iraniani non sono arabi. Non so se mi abbia creduto, ma davvero  il paese è formato da un miscuglio di etnie, ma la maggioranza (61%) è persiana, quindi non ha niente a che vedere con gli arabi.

Infatti, la popolazione araba occupa solo il 2% dell’Iran.

La confusione delle etnie presenti in Medio Oriente è così grande agli occhi di noi occidentali, che risulta più facile chiamarli tutti arabi, lasciando le cose come stanno, allo stesso modo in cui si fa con gli orientali, chiamando cinesi o giapponesi quelli con gli occhi a mandorla.

Ma se dovessimo intraprendere un viaggio in quella zona, è bene sapere che esistono certe differenze tra persiani e arabi. Vediamo le principali.

  • Da dove vengono

Gli arabi dall’Arabia (penisola arabica) dove si trovano lo Yemen, l’Oman, gli Emirati Arabi, il Qatar, Bahrein e l’Arabia Saudita.

I persiani sono discendenti indoeuropei , arrivati nella regione dove oggi è collocato l’Iran più o meno nel 1000 a.C.

  • Che lingua parlano

Gli arabi parlano l’arabo e tutti i suoi dialetti. E’ una lingua di origine semita (si, la stessa origine dell’ebraico e di molte altre).

I persiani parlano il farsi (chiamato anche “pársi” anch’esso dotato di dialetti). La lingua ha origine indoeuropee, il che la rende molto più vicina all’italiano che all’arabo. Incredibile, no ?

E no, un arabo e un persiano non si capiscono nel bel mezzo di una conversazione.

  • Che alfabeto usano

Qui abbiamo una somiglianza: entrambi usano l’alfabeto arabo. Allo stesso modo, i persiani hanno sentito il bisogno di dar vita a nuove lettere per riuscire a esprimere molti suoni.

  • Dove si trovano

Gli arabi sono per la maggior parte in Medio Oriente. Dominano l’Egitto, l’Iraq, il Libano, la Siria e la Giordania, oltre a vari paesi del nord Africa e, chiaro, della penisola arabica.

La maggior parte dei persiani vive nello stesso Iran. Ma è possibile trovarli anche nei paesi vicini e il persiano è la lingua ufficiale dell’Afganistan e del Tajikistan.

persian_language_location_map11

  • Che religione seguono 

Altro punto d’incontro: la maggior parte degli arabi e dei persiani segue l’islamismo. La divisione si crea appena per correnti islamiche.

Gli arabi sunniti, i persiani sciiti.

Convinti ? Gli iraniani non sono arabi.

Alla fine di un viaggio

Blog di ricordi fuori porta

Life at first sight

"Non si può apprendere molto e sentirsi anche a proprio agio. Non si può apprendere molto e permettere a chiunque altro di sentirsi a proprio agio."

Blog di Viaggi

Diari di viaggio, foto e video dal mondo, idee di viaggio, news e consigli pratici per il viaggiatore indipendente

La Ginamondo

Travel Blog

Noi Spiriti Liberi

"Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato"

il blog di Carlo

tracce di me

Chiara Scattina

Osa cambiare, cerca nuove strade

Il blog di Laura

Consigli su cibo, fitness, viaggi e tanto altro

Giovanna's travels

Avventure di una viaggiatrice compulsiva

Nero di Seppia

Ricette di sapori indelebili.

Viaggi di Pi

Sempre in cerca di nuove avventure

Diecimila Miglia

Riflessioni sparse intorno al Mondo

Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: