Perù: ben più di Machu Picchu.

Tutti vogliono salire sulla Vecchia Montagna, ma non tutti i visitatori comprendono che il Perù va ben oltre Machu Picchu.

IMG_9550

Non voglio diminuire la fama che il sito archeologico si è guadagnato nei sogni di tutti i viaggiatori. Al contrario, vedere con i miei propri occhi Machu Picchu è stata una delle esperienze più magiche e suggestive che ho vissuto finora. Ma visitando molte altre cittadine – più o meno grandi – e trovandomi di fronte e convivendo con un nuove realtà, mi sento in dovere di dire che condividere sorrisi e confidenze con la gente del posto è stato ancora più impressionante.

IMG_9678

Una città che ho sicuramente amato molto in Perù è stata Cuzco. Essendo la porta d’ingresso per Machu Picchu, viene di solito un po’ trascurata a causa delle aspettative che si hanno verso il sito archeologico. Ma Cuzco, invece, si rivela bellissima – proprio come ci avevano detto. La città è stata capitale inca prima d’essere conquistata dagli spagnoli, gode di un centro storico ordinato, ben conservato, con rovine precolombiane a non finire, una vita notturna vivace, un’ottima realtà gastronomica, insomma, una strabiliante quantità di vicoli, colori e sapori.

Arequipa non è da meno! Costruita e circondata da pietre vulcaniche, vanta probabilmente della Plaza das Armas più bella di tutto il Perù, il Monastero di Santa Catalina, molte chiese, palazzi bellissimi e un’infinità di viste sulle montagne innevate che fanno da cornice alla città natale di Vargas Llosa.

IMG_9410

E ancora il Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo, a quasi 4000 m metri, che sulle sue acque ospita isole come le Taquile e le Uros, fatte di giunco e che uniscono comunità fin dal periodo in cui gli spagnoli sbarcarono in SudAmerica. Immaginate generazioni di famiglie che vivono così, costruendo isole con piante, fluttuando in uno dei maggiori laghi del mondo. Il turismo nelle Uros è arrivato da poco tempo, così come i pannelli solari, che hanno portato la luce.

Magico!