Perchè Parigi è sempre una buona idea.

IMG_2546

Fra due giorni torno in una delle mie città preferite in assoluto.

Non hanno mai avuto da ridire sul fatto che ritorniate più volte in una città che ormai conoscete come il palmo della vostra mano ?

Ecco le 7 cose che ho imparato su Parigi:

Non è necessario parlare francese. Anche se le persone insistono nel dire che i francesi non parlano altre lingue al di fuori del francese, vi basterà un giorno in giro per la città per rendervi conto che anche non conoscere la lingua locale ha il suo charme. Inoltre sembra che con i tempi della crisi e il boom etnico degli ultimi anni, il paese abbia imparato meglio ad assimilare l’influenza delle diverse culture. Inutile dire che il rispetto per la tradizione è essenziale (e un “excusez-moi” può fare miracoli).

I turisti sono trattati bene. Non ho mai sentito particolari lamentele a riguardo. Io sono stata ben trattata e ho trovato i parigini molto pazienti con i turisti più campati in aria ( si può dire? si dai … avete capito quali!).

IMG_2690

La luce che illumina la città è diversa. Ci vorrebbe la spiegazione di un fisico, un geografo o un poeta per spiegare come Parigi possa avere un sole e una luce così diversi da altre città del mondo. I colori sono magici!

Il servizio può non essere il migliore, ma la cortesia è fondamentale. Generalmente i francesi sono educati e molto professionali nell’ambiente di lavoro.

E’ possibile godere un’ottima vacanza senza spendere molto.  L’idea che si possa visitare una delle città più gettonate e desiderate al mondo senza investire una fortuna è confortante. La maggior parte delle capitali mondiali sono ben più care di Parigi, mentre nella capitale francese è ancora possibile dormire, con dignità, a tariffe inferiori ai 100 €.

IMG_2679

Parigi è romantica. Stiamo parlando del luogo che ha dato il nome al bacio “alla francese”. Esistono capitali multiculturali, divertenti e interessanti, ma Parigi è fondalmentalmente romantica.

Il cibo è delizioso.  Parigi dei croissant, delle baguettes, crepes, ostriche e frutti di mare, ma anche delle insalate, profitterol e delle pause caffé fuori all’aperto.

Respirare Parigi, conserva l’anima.

Annunci