By

Norwegian Wood: Bergen.

Alcune città ci conquistano fin dall’inizio. Mi è successo con Parigi e anche con Bergen. Il semplice fatto di essere stata accolta da un vivido sole, dopo la pioggia trovata a Oslo, ha contribuito a rendere magico il tempo trascorso nella città norvegese.

Il fascino di Bergen sta nella strada, nelle sue piazze, nel lago, nel porto. Una passeggiata, anche in una giornata nuvolosa, è un’esperienza assolutamente da fare se vi trovate in Norvegia.  Un itinerario che non può mancare è Bryggen, che costituisce un antico centro, le cui case sono patrimonio culturale dell’Unesco (in passato occupate principalmente da tedeschi che controllavano il commercio nella regione). Le case sono un po’ storte, essendo state costruite su un terreno sconnesso, ceduto nel corso degli anni in alcuni punti. Sei fra queste case sono in uno stato migliore, essendo state ricostruite dopo un incendio nel 50.

Un’altra delle attrazioni di Bergen è la funicolare Fløibanem che porta al Monte Fløyen. L’ingresso è a pochi passi dal porto, e potete accedervi anche con la Bergen Card. Salendo dall’alto della montagna ecco la miglior vista dall’alto della città. Calcolando che, stando alle statistiche, a Bergen piove all’incirca 250 giorni all’anno è da tenere presente che in una giornata nuvolosa e con un cielo coperto difficilmente si vede qualcosa. La mia insomma è stata fortuna sfacciata!

2013-08-15 11.24.53

Ma se vi state chiedendo perché Bergen è una città così straordinaria, mi sentirei di rispondervi perché è così diversa da Oslo. Bergen è una magnifica eccezione alle fredde cittadine norvegesi grazie ai suoi colori e il suo allegro mercato del pesce. In una parola: vivace. Una ventata d’aria fresca!

Annunci

2 Responses to Norwegian Wood: Bergen.

  1. turistipersbaglio ha detto:

    Quanto ti capisco “perchè è diversa da Oslo”… trovo che le guide esaltino troppo la bellezza di luoghi che proprio “belli” non sono, magari pulitissima, bene organizzata, culturalmente interessante, minimalista … e poi uno ci arriva troppo carico di aspettative… Bergen un capitolo a parte 🙂

    Mi piace

  2. Elisa ha detto:

    Esatto. Sono stata entusiasta della Norvegia e da molte delle sue piccole cittadine – alcune davvero piccole, quasi insignificanti, tipo Laerdal. Oslo mi ha in parte deluso. Forse come dici tu avevo troppe aspettative.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Alla fine di un viaggio

Blog di ricordi fuori porta

Life at first sight

"Non si può apprendere molto e sentirsi anche a proprio agio. Non si può apprendere molto e permettere a chiunque altro di sentirsi a proprio agio."

Blog di Viaggi

Diari di viaggio, foto e video dal mondo, idee di viaggio, news e consigli pratici per il viaggiatore indipendente

La Ginamondo

Travel Blog

Noi Spiriti Liberi

"Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato"

il blog di Carlo

tracce di me

Chiara Scattina

Osa cambiare, cerca nuove strade

Il blog di Laura

Consigli su cibo, fitness, viaggi e tanto altro

Viaggiare passeggiando

Blog di passeggiate in montagna

Giovanna's travels

Avventure di una viaggiatrice compulsiva

Nero di Seppia

Ricette di sapori indelebili.

Viaggi di Pi

Sempre in cerca di nuove avventure

Diecimila Miglia

Riflessioni sparse intorno al Mondo

Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: