By

Iguazù, in quest’attenzione ci si bagna!

Sono sempre stata attratta dal Sud America forse più di ogni altro paese. C’è chi da bambino voleva andare in Giappone, chi in Egitto a vedere le Piramidi o girare gli USA in motocicletta, il mio sogno era quello di andare nell’America Meridionale e più precisamente in Brasile. Un paio d’anni fa sono finalmente riuscita a organizzarmi e sono partita. Una specie di tour de force tra voli continentali e voli interni, ma ho toccato le principali mete che mi interessavano. Fra queste una sosta di due giorni alle Cascate di Iguazù ( o Iguaçu ) dal lato brasiliano e argentino.
Mentre organizzavo il viaggio ho avuto qualche dubbio se partire o meno per le Cataratas. Per arrivarci avrei dovuto prolungare il mio soggiorno in Brasile e per farlo prendere altri due aerei e pagare un altro soggiorno in hotel. Ecco, ripensandoci oggi, credo che quella di acquistare quel biglietto sia stata una delle migliori scelte della mia vita.
Volo da San Paulo a Iguazù quindi. La pista di atterraggio dell’aeroporto altro non era che un enorme e desolata distesa di terra rossastra – Ma dove siamo finiti ? – devo aver detto in quel mentre, ma in realtà avrei voluto gridare per l’emozione e la gioia – Che bello! Guarda dove siamo capitati! Siamo a Iguazù! -.
Abbiamo soggiornato all‘Hotel Recanto Cataratas a Foz do Iguaçu, a pochi km dalle cascate. Hotel super confortevole che mi sento di consigliare per chi voglia riposarsi un po’ dopo un lungo e estenuante viaggio. La città non ha molto da offrire e al suo centro abbiamo trovato  perlopiù negozi di elettrodomestici e churrascarias, ma le escursioni nel Parco Nazionale e l’abbondante cena in hotel ci hanno tenuti impegnati per tutta la durata del soggiorno.
IMG_3005
Il primo giorno abbiamo attraversato il confine nello stato di Misiones, in Argentina. Un trenino ci ha portati all’interno del parco e ci ha lasciati sulle passerelle di legno che lo percorrono. Natura incontaminata e tanta emozione fino all’arrivare alla pura euforia a la Garganta del Diablo. 
 
Mi sono sentita piccola e impotente davanti al maestoso spettacolo della natura, tanto dall’arrivare a commuovermi. Per questo dico che un viaggio vale sempre la pena perché qualunque cosa accada lo si porterà un po’ sempre dentro come una parte di noi e del nostro bagaglio.
Secondo giorno: lato brasiliano. Tutto molto bello e curato (senz’altro più panoramico del lato argentino, che però offre forse più emozione). Qui siamo stati accompagnati da una guida del parco originaria di Curitiba che ci ha raccontato un po’ di più sulla fauna del luogo e sugli animali del parco. Mi sono innamorata dei Coati e volevo a tutti i costi portarmene a casa uno, tendano (con scarso successo) di infilarmene uno nello zainetto.
IMG_3015
Consigli di viaggio:
  • portatevi un cambio di vestiti sia che progettate un’escursione con il gommone, sia per scattare qualche foto a la Garganta del Diablo o con le cascate sullo sfondo. E occhio alla lente delle vostre macchinette fotografiche! In questa attrazione ci si bagna! Credetemi sulla parola.
  • Non soffermatevi solo sul lato brasiliano. Almeno mezza giornata è da dedicare all’altro versante.
  • Se volete acquistare qualche souvenir fatelo in Argentina. Lì c’è un negozietto che vende praticamente di tutto e a prezzi più bassi.
Annunci

2 Responses to Iguazù, in quest’attenzione ci si bagna!

  1. silviasanchini ha detto:

    Condivido con te il sogno da bambina del Sudamerica e del Brasile! Anche io l’ho realizzato un paio di anni fa e, che dire di Iguacu? La magnificenza della natura all’ennesima potenza, uno spettacolo da mozzare il fiato…e anche bagnarsi tutti fa parte della scarica di adrenalina!!!!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Life at first sight

"Non si può apprendere molto e sentirsi anche a proprio agio. Non si può apprendere molto e permettere a chiunque altro di sentirsi a proprio agio."

Blog di Viaggi

Diari di viaggio, foto e video dal mondo, idee di viaggio, news e consigli pratici per il viaggiatore indipendente

La Ginamondo

Travel Blog

Noi Spiriti Liberi

"Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato"

il blog di Carlo

tracce di me

Chiara Scattina

Osa cambiare, cerca nuove strade

Il blog di Laura

Consigli su benessere, fitness, alimentazione, viaggi e tanto altro

Viaggiare passeggiando

Blog di passeggiate in montagna

Giovanna's travels

Avventure di una viaggiatrice compulsiva

Nero di Seppia

Ricette di sapori indelebili.

Viaggi di Pi

Sempre in cerca di nuove avventure

Diecimila Miglia

Riflessioni sparse intorno al Mondo

Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

WEEKEND FUORIPORTA

Momenti di fuga dall'ordinario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: